Lactarius rugatus Khner & Romagn.

Sinonimo:
Lactifluus rugatus (Khner & Romagn.) Verbeken

Descrizione. Cappello di 5-10 cm, convesso, poi aperto, disteso ed un p depresso al centro, cuticola opaca, pruinosa, asciutta, di colore rosso arancio pi o meno intenso, margine grinzoso.
Lamelle subspaziate, forcate, di buon spessore, leggermente decorrenti, di color crema.
Gambo cilindrico, piuttosto corto, pieno, quasi concolore al cappello, pruinoso e vellutato, superficie un p grinzosa.
Carne compatta, fragile, biancastra e un p imbrunente. Odore leggero e gradevole, sapore dolce; latice di sapore dolciastro, bianco, immutabile o un p imbrunente a contatto con le lamelle.
Sporata color crema.

Note. Nel periodo autunnale specie piuttosto frequente nella leccete isolane, determinabile anche solo in base all'osservazione dei caratteri macroscopici. Ha comunque somiglianze cromatiche con Lactarius volemus, che per specie ad habitat pi settentrionale con odore netto e sgradevole di aringa e/o crostacei.

Habitat: bosco di leccio. (Quercus ilex)

Ritrovamento in provincia di Cagliari.

Commestibile dopo cottura.