Russula rubroalba (Singer) Romagn.

E' specie di buone dimensioni, 5-10 cm. il diametro del cappello, di colore rosso-rossastro, rosso-ciliegia, spesso decolorata al crema-ocraceo nella parte centrale.
Lamelle fitte ma fragili, di colore che a lungo si mantengono biancastre, ma diventano gialle con la maturazione.
Gambo cilindrico bianco, talvolta con l'etÓ macchiato di brunastro verso la base.
Carne bianca soda, di sapore ovunque dolce, odore leggero e non particolare. Macroreazioni: al solfato ferroso bruno-rosastro pallido, subnulla e lenta invece la reazione al guaiaco, nulla o tardivamente brunastra la reazione al fenolo (vedi foto).
Sporata gialla, IVd codice Romagnesi.

MICROSCOPIA:
Spore subovoidali, misure rilevate comprese tra 6.53-7.93 x 6.07-7.12 Ám, verrucose, verruche alte 0.4-0.6 Ám, in parte connesse, da subreticolate a quasi localmente reticolate. Tacca soprailare poco amiloide e non ben evidenziabile.
Cuticola filamentosa formata da: 1) peli ramificati, settati, larghi 3-4 Ám, articolo terminale assottigliato all'apice 2) dermatocistidi cilindrici, ad apice ottuso, larghi 4.5-5.5 Ám, abbastanza dispersi ed a contenuto modicamente rifrangente.

Note. Russule "rosse" che possono somigliare a R. rubroalba hanno solitamente carne di sapore acre-piccante, ad eccezione di R.maculata che talvolta si pu˛ presentare subdolamente con carne quasi dolce!

Habitat: bosco di Quercus ilex ma anche altre latifoglie dell'isola.

Ritrovamento in provincia di Oristano.

Commestibile dopo cottura.