Mycena polygramma (Bull.) Gray

Descrizione:
Cappello 3-5 cm, conico-campanulato, con largo umbone, rugoso-striato fino al centro, liscio, colore da grigio-bruno a grigio-metallo.
Lamelle adnato-ascendenti, quasi libere al gambo, biancastre, grigio-biancastre, sovente con qualche riflesso rosato all'attaccatura sul gambo o chiazzate di rossastro a maturazione.
Gambo alto 6-10 cm, largo 0.4-0.5 cm, rigido e fistoloso, biancastro o grigio brunastro, finemente scanalato in senso verticale e con la base ricoperta da pelosita' biancastre. Alla frattura del gambo si ha scarsa emissione di liquido acquoso e trasparente.
Carne esigua, biancastra, di sapore dolciastro ed odore rafanoideo-erbaceo.
Sporata bianca.

Microscopia:
Spore ellissoidali o piu' o meno ovoidali, ialine, lisce, a contenuto vacuoliforme, misure rilevate 8.5-10.5 x 6.00-7.00 micron.

Note. Il gambo striato-scanalato e' una caratteristica della specie, ma puo' essere piu' o meno evidente a seconda della raccolta: infatti il gambo, talvolta di colore quasi argenteo, e' percorso da finissime linee verticali concolori che quasi sempre son visibili ad occhio nudo o comunque sono percepibili al tatto strisciando i polpastrelli. Il carattere anzidetto non e' molto visibile nelle foto proposte. Motivo per cui specie simile per habitus ( anch'essa e' una delle Mycena piu' grandi) ed habitat (ceppaia di latifoglia) e' Mycena galericulata, la quale ha infatti gambo liscio ma odore e sapore farinosi, diversa morfologia del filo lamellare (di cui mi riservo prossima valutazione).

Habitat: ceppaia di latifoglia, probabilmente Quercus pubescens.

Ritrovamento in provincia di Oristano.

Non commestibile.