Melanoleuca grammopodia (Bull.) Fayod

DESCRIZIONE. Specie di dimensioni medio-grandi, abbastanza presente nei prati, pascoli e radure dei boschi.
Cappello inizialmente convesso, poi spianato-depresso con largo umbone centrale, cuticola liscia ed un pò vischiosa a tempo umido, di colore grigio-brunastro, bruno-camoscio, impallidente al grigio-ocra chiaro con la maturazione.
Lamelle fitte, abbastanza alte e con molte lamellule, da adnate a subdecorrenti, di colore grigiastro chiaro.
Gambo fibroso, cilindrico, un pò ingrossato verso la base, con superficie fibrilloso-striata, di colore grigio-bruno.
Carne biancastra, non imbrunente, abbastanza spessa nel cappello, di odore farinoso erbaceo o anche farinoso rancido.
Sporata biancastra in massa.

MICROSCOPIA:
Spore ialine, ellissoidali, finemente verrucose, misure rilevate comprese tra 8.00-9.10 x 4.40-5.5 µm
Basidi claviformi, in prevalenza tetrasporici.
Cheilocistidi abbastanza numerosi, di piccole dimensioni (lunghezza massima 40-45 µm) e con morfologia prevalente del tipo a "pelo d'ortica" ossia con collo stretto e cilindraceo separato mediante un setto dalla base allargata o più o meno difforme, non muricati all'apice.

Note. Macroscopicamente è specie caratteristica per le grandi dimensioni ed il largo umbone della parte centrale del cappello; altre Melanoleuca cosiddette graminicole, ossia con crescita anch'esse nei prati e pascoli, hanno dimensioni più piccole oppure colorazioni più pallide, biancastre.

Habitat: prati, pascoli, radure dei boschi, in gruppi.

Ritrovamento in provincia di Cagliari.

Non commestibile.