Hemileccinum impolitum (Fr.) Šutara

Sinonimi:
Boletus impolitus Fr. 1838
Xerocomus impolitus (Fr.) Quél 1888
Leccinum impolitum (Fr.) Bertault 1980

E' specie di buona consistenza e dimensioni, abbastanza frequente nelle leccete isolane. Ha cappello vellutato, subliscio, di color camoscio, giallo chiaro. Gambo pieno, subliscio, privo di reticolo, giallo-biancastro, spesso con qualche chiazza rossastra verso la base. Pori giallo solforini, non viranti al tocco. Carne giallina molto pallida e non virante, immutabile. Odore urinoso tipico, specialmente evidente soffregando la base del gambo. Sapore dolciastro.
Sporata in massa di colore olivastro.
Note. E' specie spesso confusa su campo sopratutto con Leccinum lepidum (...il comune leccino), che però ha carne virante. L'appartenenza al nuovo genere Hemileccinum, creato nel 2008, è giustificata dal punto di vista sia filogenetico che molecolare per la condivisione di caratteri morfologici con i generi Leccinum, Boletus e Xerocomus.
Habitat: Quercus ilex.
Ritrovamento in provincia di Oristano.
Commestibile discreto, dopo cottura ed eliminazione del gambo fibroso.