Fomes fomentarius (L.) Fr.

Descrizione:
Sessile, di consistenza legnosa-suberosa, tipicamente a forma di zoccolo equino. Puo' raggiungere anche dimensioni e peso notevoli.
La superficie sterile (superiore) e' liscia, zonata, solcata, ricoperta da una crosta dura e spessa, di colore grigio, grigio-fuligginoso.
I margini sono finemente tomentosi, zonati, di colore piu' chiaro.
La superficie fertile (inferiore) e' poroide, di colore nocciola, imbrunente al tatto, i pori sono piccoli e tondeggianti.
La carne in sezione fulvo-brunastra.
Determinazione sulla base dei caratteri macroscopici.

Note. E' specie comune che cresce, singola o in piu' carpofori, su tronchi vivi o morti di querce, pioppi, castagni e altre latifoglie; causa una carie bianca a rapida diffusione con formazione di macchie e piccole cavita' piene di micelio biancastro.
Conosciuto come "fungo dell'esca" per l'uso che se ne faceva: dal latino fomes, fomitis = esca, alimento (per il fuoco).

Ritrovamento in provincia di Cagliari.

Non commestibile.