Russula delica Fries

Specie di medio-grandi dimensioni, larga fino a 10 cm. e oltre, abbastanza frequente nelle leccete isolane con crescita in famiglie di numerosi esemplari.
Ha cappello di colore biancastro e/o macchiato di ocra con cuticola adnata finemente rugosa e spesso ricoperta da residui di terriccio e fogliame. Il margine del cappello è ricurvo e non striato.
Lamelle biancastre, alte e discretamente spaziate, alternate a numerose lamellule.
Il gambo è robusto, svasato in alto e relativamente corto, bianco od anche macchiato di ruggine.
Carne dura spessa, ma fragile, biancastra, imbrunente al taglio, di sapore pepato e di odore forte e sgradevole di salmastro.
Sporata in massa biancastra, biancastro-crema, Ib codice Romagnesi.
Note. Specie piuttosto simile e condividente gli stessi habitat è Russula chloroides: quest'ultima presenta solitamente un cappello più imbutiforme e meno spianato, lamelle fitte basse e perciò più strette, il gambo nella parte alta al di sotto dell'attacco lamellare può talvolta presentare una sorta di cintura verdastra.
Determinazione presumibile sulla base dei caratteri macroscopici.
Habitat: in boschi di Quercus ilex.
Ritrovamento in provincia di Cagliari.
Commestibile scadente.