Lactarius azonites (Bulliard) Fries

Descrizione:
Cappello 4-6 cm, carnoso, convesso, presto piano ed anche un po' depresso, margine sottile, un po' lobato ed incurvato verso il basso. Cuticola opaca, asciutta, pruinosa, di colore bruno-grigiastro non uniforme per la presenza di numerose zone decolorate al bianco-grigiastro.
Lamelle fitte, adnate e subdecorrenti, di color crema-giallino, diventano rosate per essiccazione del latice.
Gambo cilindrico, attenuato in basso, bianco, con qualche sporadica macchia brunastra.
Carne soda, biancastra, virante al rosa in qualche minuto. Odore leggero, gradevole, fruttato, sapore mite.
Latice discretamente abbondante, acquoso, bianco, vira al rosa sulle lamelle, sapore mite.
Sporata crema.

Microscopia:
Spore (6.59) 7.11-8.05 x 6.5-7.5 (8.00) micron, globose, verrucose, con verruche alte anche oltre 1 micron, crestate, parzialmente connesse, ma senza mai formare un reticolo a maglie chiuse. Plaga soprailare debolmente amiloide. Pileipellis formata da uno strato di cellule subglobose da cui si sollevano grossi peli, talvolta settati ed un po' sinuosi, ad apice ottuso.

Note. Nello stesso habitat di leccio specie confondibile con Lactarius azonites e' Lactarius fuliginosus. Lactarius fuliginosus si distingue per habitus piu' slanciato, cappello molto imbutiforme e di colore grigio-bruno fuligginoso uniforme ossia senza zone biancastre decolorate, gambo concolore al cappello ossia non bianco come in L. azonites, arrossamento della carne al taglio piu' lento e meno intenso, microscopicamente per verruche piu' basse e spore piu' reticolato-connesse.

Habitat: bosco di leccio (Quercus ilex), in piccoli gruppi, nel periodo autunnale.

Ritrovamento in provincia di Carbonia-Iglesias.

Non commestibile.